Giacomo Berlato alla Coppa Cicogna

Anche la Toscana si tinge dei colori Zalf Euromobil Desirè Fior. Lo squadrone di Castelfranco, autentico dominatore di questa prima parte della stagione, ha centrato anche la Coppa Cicogna di Terranuova Bracciolini, nell’aretino, dopo aver già vinto domenica al Trofeo Matteotti. Allora era stato Tonelli a firmare il successo, stavolta è Giacomo Berlato a trionfare, ma la vittoria è da condividere con lo stesso Tonelli. I due infatti sono stati protagonisti di un’azione in coppia, una sorta di Baracchi, che ha monopolizzato gli ultimi 30 km della classica toscana. Berlato e Tonelli facevano parte di un gruppo di attaccanti partito nelle fasi iniziali e selezionatosi poi lungo il percorso.

Giacomo Berlato e Alessandro Tonelli
Giacomo Berlato e Alessandro Tonelli

La 23° vittoria stagionale della Zalf, che bissa il successo centrato lo scorso anno da Andrea Zordan alla Coppa Cicogna, ha premiato, dunque, il vicentino Giacomo Berlato, alla seconda affermazione stagionale: “Questa è una vittoria di tutta la squadra” ha sottolineato Berlato dopo il traguardo. “E’ stata una fuga bellissima… ma che fatica! Devo ringraziare Tonelli che ha pedalato con me per tutta la corsa e sul traguardo mi ha ceduto il passo. Sono davvero felice perchè ci tenevo a fare bene in questa corsa così difficile e prestigiosa.”

Felice e soddisfatto anche Alessandro Tonelli che, sotto lo sguardo vigile del ct azzurro Marino Amadori, ha confermato quanto di buono aveva già dimostrato domenica al Trofeo Matteotti: “Prima del via sentivo ancora nelle gambe le fatiche di domenica e non sapevo davvero cosa avrei potuto fare oggi. Per questo sono andato in fuga da subito. Poi, chilometro dopo chilometro, le sensazioni sono migliorate e quando siamo rimasti io e Giacomo ho capito che poteva essere un’altra giornata indimenticabile”.

0 Comments Join the Conversation →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.