Giro del Delfinato 2017, presentazione percorso e favoriti

L’avvicinamento al Tour de France 2017 passa per molti degli attesi protagonisti come ogni stagione dal Giro del Delfinato 2017 che scatterà domenica prossima, 4 giugno, con una tappa in linea a Saint Etienne nella regione della Loira. Otto tappe che propongono un po’ di tutto, sia occasioni per i velocisti che per gli specialisti del cronometro ma soprattutto grandi montagne, alcune delle quali verranno poi affrontati dai primi di luglio al Tour ed è per questo che al richiamo degli organizzatori di ASO hanno risposto in molti.

Giro del Delfinato 2017, da Froome a Contador e Aru tutti i big al via

Il favorito numero uno del Giro del Delfinato 2017, anche per capire quale sono le sue condizioni, è senza dubbio Chris Froome (Team Sky): quando ha vinto qui, poi si è sempre ripetuto anche nella corsa a tappe più importante al mondo, sarà un test vero. Non manca però la concorrenza importante con gli stessi avversari che si ritroverà ad affrontare tra un mese, a cominciare da Richie Porte (BMC), Alberto Contador (Trek – Segafredo) e Alejandro Valverde (Movistar) che al Tour de France 2017 sarà capitano insieme a Nairo Quintana. Alla classifica generale pensano anche Romain Bardet (Ag2r La Mondiale), Esteban Chaves (ORICA – Scott) e Fabio Aru (Astana) anche se gli ultimi due sono reduci da infortunio, ma anche Daniel Martin (QuickStep Floors), Tony Gallopin (Lotto Soudal) e Warren Barguil (Team Sunweb). Alle vittorie di tappa invece puntano Edwald Boasson Hagen (Dimension Data), Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida), Arnaud Démare (FDJ), Nacer Bouhanni (Cofidis), Diego Ulissi (UAE Fly Emirates), Alexander Kristoff ( Katusha-Alpecin) e Brian Coquard (Direct Energie).

Otto tappe e tante montagne, ecco il Giro del Delfinato 2017

Il Giro del Delfinato 2017 si aprirà con la tappa di Saint-Étienne che prevede ben 8 GPM compresa la Côte de Rochetaillée da affrontare tre volte nel circuito finale. La seconda e la terza frazione saranno dedicate ai velocisti, ma il primo esame vero arriverà nella quarta, crono individuale a Jallieu. Ancora spazio ai velocisti a Mâcon e ultime tre tappe per scalatori e passisti: nell’arrivo di Servolex c’è soprattutto il Mont du Chat prima dell’arrivo che verrà affrontato anche al Tour, poi l’arrivo sull’Alpe d’Huez dopo un pieno di salite e infine nuovo arrivo in quota a Le plateau de Solaison.

LE TAPPE

Domenica 4 giugno, 1 tappa : Saint-Etienne – Saint-Etienne, 170 km

Lunedì 5 giugno, 2 tappa : Saint-Chamond – Arlanc, 171 km

Martedì 6 giugno, 3 tappa : Le Chambon-sur-Lignon – Tullins, 184 km

Mercoledì 7 giugno, 4 tappa : La Tour-du-Pin-Bourgoin – Jallieu, 23,5 km cronometro individuale Giovedì 8 giugno, 5 tappa : La Tour-de-Salvagny – Mâcon, 175 km

Venerdì 9 giugno, 6 tappa : Parc des Oiseaux Villars-les-Dombes – La Motte-Servolex, 145,5 km

Sabato 10 giugno, 7 tappa : Aoste – Alpe d’Huez, 167,5 km

Domenica 11 giugno, 8 tappa : Albertville – Plateau de Solaison, 115 km