Don't Miss

Squadre Giro d’Italia 2014

giro-logo

Ecco la nostra presentazione di squadre e corridori per il Giro d’Italia 2014. Elenco corridori e numeri di gara

AG2R – Assente Betancur che farà il Tour, sarà Domenico Pozzovivo il capitano della squadra francese al Giro d’Italia 2014. Lo scalatore lucano sta andando fortissimo e potrà contare sul completo appoggio della squadra per puntare ad una tappa di montagna e ad un grande risultato in classifica. Finora il suo miglior piazzamento al Giro è stato un ottavo posto, quest’anno può fare meglio. Attenzione ad Appollonio tra gli outsider per gli sprint.

AG2R al Giro d’Italia 2014: Domenico Pozzovivo, Davide Appollonio, Julien Bérard, Maxime Bouet, Axel Domont, Hubert Dupont, Patrick Gretsch, Matteo Montaguti, Alexis Vuillermoz.

Astana – Il veterano Scarponi guiderà la Astana al Giro d’Italia 2014 per fare una classifica di alto livello, ma il giovane talento Fabio Aru non sarà un semplice gregario. Al Trentino la Astana è stata fortissima in montagna, con anche Landa tra i migliori. Con gregari di qualità come Tiralongo e Brajkovic la Astana potrà giocare al meglio le proprie strategie nelle tappe di montagna. Potrebbe esserci qualche occasione per Gasparotto e Bozic, per andare a caccia di una tappa intermedia.

Astana al Giro d’Italia 2014: Michele Scarponi, Valerio Agnoli, Fabio Aru, Janez Brajkovic, Enrico Gasparotto, Borut Bozic, Mikel Landa, Paolo Tiralongo, Andrey Zeits.

Belkin – Il giovane Keldermann cercherà di migliorare il 17° posto raggiunto in classifica nel debutto della scorsa stagione. Anche Kruijswijk correrà per restare in una buona classifica. Nelle volate cercherà di farsi spazio Bol, e poi qualche occasione per gli altri nelle fughe.

Belkin al Giro d’Italia 2014: Wilco Kelderman, Steven Kruijswijk, Jetse Bol, Jos van Emden, Rick Flens, Marc Goos, Martijn Keizer, David Tanner, Maarten Tjallingii.

BMC – Cadel Evans sembra tornato a ottimi livelli e punterà deciso almeno alla riconferma del podio finale. Al suo fianco anche Samuel Sanchez e Steve Morabito per una BMC di buon livello in montagna e interamente arroccata attorno al suo leader.

BMC al Giro d’Italia 2014: Cadel Evans, Samuel Sánchez, Brent Bookwalter, Yannick Eijssen, Ben Hermans, Steve Morabito, Daniel Oss, Manuel Quinziato, Danilo Wyss.

Cannondale – La squadra avrà due leader, Ivan Basso per la classifica e Elia Viviani per gli sprint. Basso finora non ha convinto e per questo la squadra punterà molto anche su altri traguardi. Viviani è andato molto forte in Turchia e si presenta particolarmente agguerrito per la sfida a Kittel e gli altri velocisti. Ma ci sarà tanto spazio per corridori come Moser, Gatto e Ratto per centrare un traguardo di tappa.

Cannondale al Giro d’Italia 2014: Ivan Basso, Elia Viviani, Moreno Moser, Daniele Ratto, Oscar Gatto, Paolo Longo Borghini, Alan Marangoni, Davide Villella, Michel Koch.

FDJ – Il velocista francese Nacer Bouhanni è la stella della squadra. I compagni cercheranno di aiutarlo a vincere una tappa e cercheranno di inserirsi in qualche azione da lontano.

FDJ al Giro d’Italia 2014: Nacer Bouhanni, Sébastien Chavanel, Arnaud Courteille, Murillo Fischer, Alexandre Geniez, Johan Le Bon, Francis Mourey, Laurent Pichon, Jussi Veikkanen.

Garmin Sharp – Si preannuncia come una squadra molto forte. Ryder Hesjedal e Daniel Martin lotteranno per la classifica. Il canadese si è visto poco quest’anno, ma si è preparato solo per il Giro. Martin può vincere una tappa in montagna, il suo dubbio in ottica classifica è la continuità e la distanza. Per le tappe più facili ci riprova Farrar.

Garmin Sharp al Giro d’Italia 2014: Ryder Hesjedal, Daniel Martin, Andrè Cardoso, Thomas Dekker, Tyler Farrar, Koldo Fernandez, Nathan Haas, Dylan Van Baarle, Fabian Wegmann.

Katusha – I russi saranno una delle squadre faro per la classifica, avendo con Joaquim Rodriguez uno dei grandi favoriti. Giampaolo Caruso e Dani Moreno saranno due spalle eccellenti in salita, Paolini darà qualità ed esperienza. Una formazione che si presenta all’altezza di un capitano vincente. Il punto debole potrebbe essere la cronosquadre.

Karusha al Giro d’Italia: Joaquim Rodríguez, Maxim Belkov, Giampaolo Caruso, Vladimir Gusev, Alberto Losada, Daniel Moreno, Luca Paolini, Angel Vicioso, Eduard Vorganov.

Lampre Merida – Tanti big nella squadra blufucsia. Niemiec, sesto un anno fa, è una certezza di piazzamento di alto livello in classifica. Cunego potrebbe provare a tenere in classifica come due anni fa quando fu sesto. Ulissi cercherà la vittoria di tappa, con alcune occasioni già nella prima settimana. Per gli sprint c’è Roberto Ferrari.

Lampre Merida al Giro d’Italia 2014: Winner Anacona, Matteo Bono, Mattia Cattaneo, Damiano Cunego, Roberto Ferrari, Przemyslaw Niemiec, Manuele Mori, Jan Polanc, Diego Ulissi.

Lotto Belisol – Una squadra solo discreta per i belgi. Monfort può fare una classifica da top ten. De Haes è un buon outsider per gli sprint. Lo sperato successo di tappa può arrivare con una fuga dei soliti Hansen o Bak.

Lotto Belisol al Giro d’Italia 2014: Maxime Monfort, Sander Armée, Lars Bak, Kenny Dehaes, Gert Dockx, Adam Hansen, Tosh Van der Sande, Dennis Vanendert, Tim Wellens.

Movistar – E’ una delle squadre più attese, ovviamente per la presenza di Nairo Quintana, il nuovo fenomeno colombiano. Quintana sarà uno dei grandi favoriti del Giro e dunque la Movistar porta una squadra forte per aiutarlo. Gli scalatori Anton e Capecchi, e i passisti Castroviejo e Malori sono i pezzi pregiati della squadra, ma tutto il nove scelto è di grande qualità.

Movistar al Giro d’Italia 2014: Nairo Quintana, Jonathan Castroviejo, Andrey Amador, José Herrada, Adriano Malori, Eros Capecchi, Gorka Izagirre, Igor Antón, Francisco Ventoso.

Omega Pharma Quickstep – Una grande squadra per i belgi. Rigoberto Uran punta alla riconferma del podio dello scorso anno, supportato da De Gendt e Poels. Al Romandia ha chiuso bene con la crono finale dopo aver fatto un po’ fatica in montagna. Assente Cavendish toccherà a Petacchi lanciarsi al confronto con la nuova generazione di sprinter.

Omega Pharma Quickstep al Giro d’Italia 2014: Rigoberto Uran, Gianluca Brambilla, Thomas De Gendt, Iljio Keisse, Serge Pauwels, Wouter Poels, Pieter Serry, Alessandro Petacchi, Julien Vermote.

Orica GreenEdge - Con Weening e Santaromita la Orica potrà correre un Giro diverso dal clichè crono-sprint, puntando anche alle tappe di media e alta montagna e ad una discreta classifica. Ma il primo obiettivo è la cronosquadre con gli specialisti Durbridge, Tuft, Lancaster, Hepburn, che promettono di lanciare la squadra verso la prima maglia rosa. Poi Matthews cercherà un successo in volata.

Orica GreenEdge al Giro d’Italia 2014: Brett Lancaster, Cameron Meyer, Ivan Santaromita, Luke Durbridge, Michael Hepburn, Michael Matthews, Mitch Docker, Pieter Weening, Svein Tuft.

Team Sky – Le strategie Sky per il Giro d’Italia 2014 sono state rivoluzionate dopo il forfait di Porte. Cataldo dovrebbe essere il leader per entrare tra i primi 10 della classifica, ma sembrano esserci più chance per le vittorie di tappa con il velocista Ben Swift, in grande crescita quest’anno, e con Boasson Hagen che torna al Giro dopo 5 anni.

Team Sky al Giro d’Italia 2014: Edvald Boasson Hagen, Dario Cataldo, Philip Deignan, Bernhard Eisel, Sebastián Henao, Chris Sutton, Salvatore Puccio, Kanstantsin Siutsou, Ben Swift.

Team Giant Shimano – Marcel Kittel debutta al Giro d’Italia. Nella prima parte di Giro troverà almeno cinque tappe in cui sprintare. Poi probabilmente si ritirerà per prepararsi al Tour. Attenzione anche al velocista di scorta Mezgec, più forte di Kittel sui percorsi misti. Corridori come Geschke e Preidler potranno essere tra gli attaccanti più interessanti del Giro.

Team Giant Shimano al Giro d’Italia 2014: Marcel Kittel, Bert de Backer, Simon Geschke, Tobias Ludvigsson, Luka Mezgec, Georg Preidler, Tom Stamsnijder, Albert Timmer, Tom Veelers.

Team Europcar – Pierre Rolland è uno dei debuttanti più attesi del Giro d’Italia 2014. Le grandi montagne lo aspettano tra i protagonisti, se non per essere nei piani alti della classifica almeno per qualche tappa.

Team Europcar al Giro d’Italia 2014: Pierre Rolland, Yukiya Arashiro, Angelo Tulik, Tony Hurel, Perrig Quémeneur, Davide Malacarne, Maxime Méderel, Romain Sicard, Björn Thurau.

Team Tinkoff Saxo – Nicolas Roche e Rafal Maijka si divideranno la leadership della Tinkoff come uomini da classifica. Al Romandie le risposte migliori sono arrivate da Majka, che può ripetere il bel Giro dell’anno scorso quando fu settimo. Torna al Giro dopo cinque anni e dopo la lunga pausa della positività da cui è stato assolto Michael Rogers.

Team Tinkoff Saxo al Giro d’Italia 2014: Rafal Majka, Nicolas Roche, Michael Rogers, Christophe Juul Jensen, Pawel Polianski, Chris Anker Sorensen, Evegeni Petrov, Ivan Rovny, Jay McCarthy.

Trek Factory Racing – La squadra americana si presenta al Giro per lasciare qualche segno sia negli sprint con Giacomo Nizzolo, nelle tappe intermedie con Felline e in montagna con Arredondo e Kiserlovski. Quest’ultimo sembra poter essere l’uomo classifica per puntare ad una top ten.

Trek Factory Racing al Giro d’Italia 2014: Robert Kiserlovski, Giacomo Nizzolo, Julián Arredondo, Riccardo Zoidl, Fabio Felline, Danilo Hondo, Eugenio Alafaci, Fumy Beppu, Boy Van Poppel.

Androni Giocattoli - Con Rosa, Hoogerland, Pellizotti e il giovanissimo Godoy la Androni potrà essere una delle squadre più aggressive e forti su tracciati di media e alta montagna. Come sempre la strategia Androni sarà quella di correre all’attacco per ottenere visibilità e risultati parziali. Per Pellizotti ci sarà l’opportunità di puntare ad una buona classifica.

Androni Giocattoli al Giro d’Italia 2014: Franco Pellizotti, Marco Bandiera, Manuel Belletti, Marco Frapporti, Yonder Godoy, Johnny Hoogerland, Jackson Rodríguez, Diego Rosa, Emanuele Sella.

Bardiani CSF – Enrico Battaglin e Sonny Colbrelli cercheranno la zampata sui percorsi misti e veloci, Pirazzi sarà ancora protagonista in montagna, ma attenzione anche agli altri scalatori emergenti Zardini e Bongiorno.

Bardiani CSf al Giro d’Italia 2014: Enrico Barbin, Enrico Battaglin, Nicola Boem, Manuel Bongiorno, Sonny Colbrelli, Marco Canola, Stefano Pirazzi, Nicola Ruffoni, Edoardo Zardini.

Neri Yellowfluo – Simone Ponzi e Mauro Finetto possono puntare al risultato in una tappa mista. Quando la strada salirà toccherà a Rabottini e Monsalve dare battaglia, come nella natura di questa squadra che parte per puntare ad un successo di tappa.

Neri Yellowfluo al Giro d’Italia 2014: Mauro Finetto, Matteo Rabottini, Simone Ponzi, Francesco Chicchi, Daniele Colli, Jonathan Monsalve, Andrea Fedi, Ramón Carretero, Giorgio Cecchinel.

Colombia – Fabio Duarte è tornato a grandi livelli al Trentino. In montagna potrà lasciare un segno importante. Per gli altri ci sarà spazio d’attacco.

Colombia al Giro d’Italia: Fabio Duarte, Edwin Ávila, Robinson Chalapud, Leonardo Duque, Jarlinson Pantano, Carlos Julián Quintero, Jeffry Romero, Miguel Ángel Rubiano, Rodolfo Torres.

One Comment

  1. Pingback: Giro d'Italia 2014, la guida - Giroditaliaciclismo.com

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>